Educare senza insegnare?

jukebox-animatedGiorgio Gaber. Quello antico di “Barbera e champagne”,  “Come è bella la città”; quello più impegnato, a modo suo, di “Cos’è la destra, cos’è la sinistra?”

Questo, di Non insegnate ai bambini, è poco conosciuto.

…insegnate soltanto la magia della vita.

…raccontategli il sogno di un’antica speranza.

Non insegnate ai bambini/ ma coltivate voi stessi il cuore e la mente/ stategli sempre vicini/ date fiducia all’amore il resto è niente.

Continua a leggere

Il cammello

“Seduto in quel caffe’ seduto in quel caffè
io non pensavo a te….
Guardavo il mondo che
girava intorno a me…
Poi d’improvviso lei
sorrise
e ancora prima di capire
mi trovai sottobraccio a lei
stretto come se
non ci fosse che lei.                      Non è mia intenzione fare apologia di un tradimento.
Vedevo solo lei                              Qui un tradimento vero e proprio forse non c’è stato…
e non pensavo a te…                    Il “nostro” potrebbe essersi “salvato” in zona Cesarini.
E tutta la citta’                              Ma perchè un titolo come questo: “Il cammello”?
Continua a leggere

La nostra vita comincia a finire il giorno che diventiamo silenziosi sulle cose che contano (M.L.King)

Natale“…Gesù salvi i troppi fanciulli vittime di violenza, fatti oggetto di mercimonio e della tratta delle persone, oppure costretti a diventare soldati; bambini, tanti bambini abusati. Dia conforto alle famiglie dei bambini uccisi in Pakistan la settimana scorsa. Sia vicino a quanti soffrono per le malattie, in particolare alle vittime dell’epidemia di Ebola, soprattutto in Liberia, in Sierra Leone e in Guinea. Mentre di cuore ringrazio quanti si stanno adoperando coraggiosamente per assistere i malati ed i loro familiari, rinnovo un pressante invito ad assicurare l’assistenza e le terapie necessarie. Continua a leggere