Battesimo di Gesù: uno sbrego nel cielo (Omelia)

Battesimo di GesùLa mangiatoia è riempita dal Libro della Parola

che è diventata carne nella nostra carne

il segno autentico della vicinanza di Dio

il volto di un respiro nuovo dentro ogni sentimento umano.

Nel cammino del Natale abbiamo parlato

di umanità buona e giusta, di accoglienza, di solidarietà e di fiducia.

La Festa odierna del Battesimo di Gesù

nelle acque purificate del fiume Giordano

è la seconda Manifestazione Divina del Figlio di Dio

che entra umilmente ma puntualmente nella storia dell’umanità

ripercorrendo con discrezione i passi normali della gente.

In questi termini leggiamo il suo avvicinamento al Giordano:

In quei giorni, Gesù venne da Nazareth di Galilea

e fu battezzato nel Giordano da Giovanni.

Nessuna cerimonia particolare, nessuna raccomandazione personale,

tutto avviene nel silenzio di pochi secondi.

Marco nella sua narrazione raccoglie delle immagini molto suggestive:

Subito, uscendo dall’acqua, vide squarciarsi i cieli

e lo spirito discendere verso di lui come una colomba.

 

Mi sono lasciato provocare da questi cieli squarciati.

Mi piace immaginare questo squarcio gigante nel cielo

e immaginare il Mistero di Dio che scende verso la terra

e raggiunge il corpo di Gesù e raggiunge il nostro corpo.

Questo è ancora il Natale: è stata tolta ogni distanza tra la terra e il cielo

il Figlio di Dio è il segno di questa unione profonda e intima (carnale e sanguinea)

che deve coinvolgere ogni vita umana e che vuole abbracciare ogni povertà.

Il cielo si è aperto ed è rimasto aperto. Le porte sono spalancate!

Cristo è il Figlio amato, il compiacimento di Dio

e noi sentiamo sicurezza e forza dentro a questa presenza.

Nel cielo opaco di tante silenziose sofferenze,

nel cielo delle ingiustizie e delle miserie

nel cielo terso dei desideri che fanno crescere la vita

nel cielo che possiamo toccare e sfiorare con i nostri occhi

c’è e si vede bene lo squarcio di Dio

lo squarcio/lo sbrego della speranza

che tiene dentro la nostra salvezza

un amore onesto e sincero

un perdono e un abbraccio infinito

uno squarcio che ci toglie dall’imbarazzo

di tante paure insicurezze e ci ri-dona la dignità del cuore.

Il battesimo di Gesù rimane un legame forte

per ciascuno di noi che viviamo oggi la Memoria della nostra Fede:

unificati nel Dono dello Spirito siamo diventati uomini di cielo

capaci come i Magi di scrutare le cose più alte della vita

siamo diventati concittadini dei santi e familiari di Dio

uomini di speranza e uomini senza paura, purificati da una Parola

che custodisce, protegge e ogni giorno mette salvezza dentro alla nostra vita.

Il Battesimo ci ricorda queste verità che sono scritte da Dio dentro di noi.

Essere figli di Dio è un valore che non possiamo prescindere.

Un valore che dobbiamo vivere nell’attualità

di scelte nuove e responsabili

nei confronti di no stessi, dei fratelli e della società

scelte che siano seriamente orientate verso il Vangelo.

 

Il Battesimo è un Sacramento

e in quanto tale chiede rispetto e coerenza nei gesti e nelle parole.

Oggi il mondo ha bisogno di Cristiani

che vivono consapevolmente la loro appartenenza a Cristo.

don Fabio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...