Sopravvalutati!

isis-twitter-crociato-italiano-Francesco-CaldaraDopo la strage al museo del Bardo di Tunisi, un account Twitter riconducibile al famigerato ISIS ha pubblicato la foto di una delle vittime italiane, il sessantaquattrenne Francesco Caldara di Novara, accompagnata dalla didascalia: “Questo crociato è stato schiacciato dai leoni del monoteismo.”

Anzitutto una preghiera per il nostro connazionale e per tutti i caduti nell’ennesimo barbaro e meschino, subumano atto terroristico.

Poi, un appello a chi sta ampiamente sopravvalutando il popolo della penisola del sole.

Signori terroristi, insomma! Proprio ora che stiamo facendo di tutto per affrancarci da quel polveroso e vetusto retaggio del Cristianesimo, voi ci ricordate le nostre radici?

Non si fa così! Proprio no!

Non vedete come siamo moderni? Quanto siamo progressisti?

Eppure il Governatore della Puglia, la scorsa settimana, ha confessato a Repubblica (un quotidiano che qui va per la maggiore) di volersi sposare col suo Ed e adottare un bambino. Forse voi non comprendete appieno la nostra lingua, ma il Governatore è un uomo e anche Ed è un uomo e il bambino si tocca i maroni (no, non il governatore della Lombardia) e Repubblica ha liquidato la vostra foto twitter in 6 righe (mica si può dare spazio a chi ci crede cristiani).

Eppure mentre voi eravate lì ad ammazzare qualche infedele a Parigi, una nostra parlamentare si stava battendo orgogliosamente per il “Riconoscimento dei conigli quali animali di affezione nonché divieto della vendita e del consumo delle loro carni e dell’utilizzazione delle loro pelli e pellicce a fini commerciali”.

Eppure il sindaco della nostra capitale finanziaria, Milano, non sa più come fare a dimostrarsi amico vostro. Se potesse andrebbe in giro a segare croci e a piantare mezzelune. Visto che all’Expo ci sarà una chiesa, lui dice: voglio anche una moschea. E una fuori dall’Expo. E una a casa mia (no, a casa mia no). Perchè siamo tutti uguali, ma c’è qualcuno più uguale degli altri.

Eppure i nostri docenti lavorano così tanto per eliminare ogni riferimento cristiano dal calendario scolastico e dalla didattica quotidiana. Natale è diventato la “festa delle luci”. Pasqua la “festa della Primavera”. San Giuseppe la “festa del genitore x” (sostituire un numero alla x potrebbe essere scambiato per partigianeria; mica si può prendere posizione su materie così delicate!). Nemmeno la Santa Inquisizione si chiama più così, bensì “preludio a Mani Pulite”.

Eppure ci stiamo adoperando per togliere i crocefissi dalle scuole. Mica stiamo ad aspettare voi! Non state a venire fino a Roma, che c’è pure traffico. Facciamo tutto noi, non preoccupatevi.

Abbandoniamo il tricolore per rivestirci di arcobaleno, così non si capisce una mazza di chi o cosa siamo. Perchè noi vogliamo bene a tutti i colori, indifferentemente.

Preferiamo riconoscerci nel classico “spaghetti, pizza, mandolino, mafia”. Il paese che ha evangelizzato il mondo è morto e sepolto.

Giurin giuretta.

Gabriele Guzzetti

3 pensieri su “Sopravvalutati!

  1. Condivido pienamente il tuo punto di vista, Gabriele!
    La vera minaccia non è oltre i confini di questa nostra bella Italia, di questo nostro Occidente “civilizzato”. La vera minaccia sta dentro di noi quando, per dimostrarci aperti all’altro, arriviamo a rinnegare i nostri valori e le nostre radici. E, purtroppo, rinnegando le proprie radici, le fondamenta del nostro essere, cosa succede? La casa semplicemente crolla su stessa.
    O almeno io la vedo così!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...