“Elì, Elì, lemà sabactàni?”

5009_1123332596358_1018395536_30302017_1581042_n

Anche ieri è risuonato quel grido disperato: “Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?”

E’ lo stesso grido che sale dal Kenya, dalla Nigeria, dalla Siria, da ogni luogo o situazione in cui la dignità dell’uomo viene calpestata.

E Gesù, Figlio di Dio fatto uomo, da quella croce, ci “autorizza” a urlare la nostra disperazione verso il cielo.

Ma la Sua storia, che è la storia di ogni uomo, ci ricorda che dopo un venerdì di morte arriva una domenica di vita, che dopo il grido disperato risuona, anche nel cuore, il canto gioioso dell’alleluia.

Ecco il grande dono della nostra fede cristiana: la Pasqua di resurrezione.

Un pensiero su ““Elì, Elì, lemà sabactàni?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...