La formica

Cartoon ant
Cartoon ant

L’esperto della canzone del Betania’s era tanto preso che non ha notato se sia successo veramente, ma sta pensando che il barista abbia strabuzzato gli occhi: non era abituato che si lanciasse partendo dalla letteratura! E da una formica poi!

“La favola di Esopo la conosciamo tutti: c’è a chi piace di più la formica, c’è chi predilige la cicala – uno per tutti, Gianni Rodari, chi non l’ha letta da bambino “chiedo scusa alla favola antica, se non mi piace l’avara formica…” – ; e via coi commenti dei clienti (il barista no, è sempre lì che si frega le mani quando c’è l’esperto in forma… ). Fino a quando l’esperto sforna il pezzo da novanta : “e che dire di Arrigoni, Panzeri, Pilat? ”.

In mezzo al silenzio interrogativo, continua: “Eh beh… non vorrete dare la “colpa” ad Orietta Berti? E’ una grandissima, ed in fondo lei l’ha solo cantata la canzone! Sono gli autori che non ho ben capito perché criticano la formica in “Fin che la barca va”. Insomma, se “il grillo disse un giorno alla formica, il pane per l’inverno tu ce l’hai, perché protesti sempre per il vino, aspetta la vendemmia e ce l’avrai”… ne ho sentite di critiche sulla formica, ma perché devono disegnarla come una brontolona che protesta per qualcosa che non c’è ancora, se ancora non è tempo di vendemmia? vogliamo farla passare per un’incontentabile che vorrebbe l’impossibile? vabbè….

Ok, sono d’accordo sul tema del “chi si contenta gode”, soprattutto se si vuole l’impossibile. Sono anche d’accordo sul “fratello che aveva un grattacielo nel Perù” e che volendo l’impossibile arrivo fino al cielo “il grattacielo adesso non l’ha più” ; e posso capire che la “sorella che aveva un fidanzato di Cantù”, volendone una pure in Cina, “il fidanzato adesso non l’ha più”.

E posso essere d’accordo che fin che la barca va, meglio lasciarla andare senza remare stando a guardare: ma possiamo capire quale sia il confine fra un buon “chi si contenta gode” e un evitare una “sana” tensione verso un miglioramento che non punti all’impossibile? Soprattutto, come possiamo capire cosa sia impossibile?

E poi: cosa c’entra che “quando l’amore viene il campanello suonerà” ? Se è per dirci che non si preoccupi colui per cui non c’è ancora l’amore, perché comunque prima o poi arriverà, ed intanto c’è l’augurio del godersi la barca che va … bene. Però, in quel conclusivo “stasera mi è suonato il campanello, è strano io l’amore ce l’ho già, vorrei aprire in fretta il mio cancello, mi fa morire la curiosità” ritorna la formica ! Perché? E perché la Berti non apre ? Perchè “il grillo disse un giorno alla formica “il pane per l’inverno tu ce l’hai”, e lei lo vorrebbe aprire, “ma quel cancello” non lo aprirà mai.

Ora, sacrosanto che il matrimonio sia indissolubile…. ma è sposata o fidanzata? Perché, se fosse fidanzata, allora se quel campanello che sente è il campanello dell’amore, e lei un amore ce l’ha già … o è vero amore quello che sta vivendo da tempo (ma allora perché sente un altro campanello?), o il campanello che suona è un allarme che non vuol sentire, magari sull’onda di quella sorta di “chi si contenta gode” che il grillo rimproverava alla formica che già aveva il pane? Perché è un campanello impossibile, anche se d’amore? E l’amore che già c’era? E’ quel “pane” che ci canta la Berti, da tenere senza mettersi in discussione? Insomma, perché sono critici verso la formica che protesta per del vino che deve arrivare, mentre forse un po’ ci confondono sul tema dell’amore? Prendo atto che un buon “chi si contenta gode” non guasti, ma anche un po’ di sana tensione” (non verso l’impossibile) non guasta di sicuro. In tutti gli ambiti, non solo nell’amore!

Stefano Vanoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...