Impronunciabile

boltCirca le 21.30. Meeting di Londra di atletica, Diamond League. Gara dei 100 metri. “La gara”.

Il mito Usain Bolt è sulla pista bagnata di pioggia. Gigantesco non solo per talento. Il suo corpo straripante sovrasta gli altri atleti che intorno a lui sembrano nani a corona di un’improbabile Biancaneve.

Il recordman giamaicano saluta il pubblico, piega arti e muscoli e punta i piedi sui blocchi di partenza.

Si allunga e poi, già in ginocchio, disegna un segno di croce sul petto e solleva occhi e dito lassù.

Commento del cronista italiano: “Bolt saluta gli dèi.”

Santo Signore Gesù Cristo, Figlio del Dio vivente, duemilaquindici anni dopo la Tua venuta è ancora impronunciabile il Tuo nome?

Santo Signore Gesù Cristo, Benedetto di Dio! Non in Nigeria, non nel Sudan. Nemmeno in Egitto. Non nel Congo. Non in Somalia. Non in Cina. Non in una cazzo di nazione (perdona la parola “nazione”) che ti ha in odio. Qui, dove Pietro e Paolo hanno sparso il seme rubino della Parola, ancora ti rifiutiamo. Ancora ti ignoriamo. Neghiamo l’evidenza pur di eliminarti.

Tra 5 mesi quel cronista festeggerà il Natale. Cesserà il proprio lavoro. Farà e riceverà regali.

Padre, perdonami. Buon Dio, convertimi. Per me e per tutti ti imploro come il padre di quel fanciullo (Mc 9, 24) : “io credo. Aiuta la mia incredulità.”

Gabriele Guzzetti

5 pensieri su “Impronunciabile

  1. Ho vissuto personalmente l’impronunciabilita’ del nome di Dio nel luogo dove lavoravo uno studio di “professionisti”(solo un po’nel lavoro erano competenti).quando a volte nominavo Chiesa Preghiera Dio Madonna ridevano dicendomi che ero una credulona illusa…sono persone deluse aride che nn riescono a nominare e vedere Dio ovunque..che non rispettano nessuno infatti mi hanno lasciato a casa improvvisamente sapendo che ho una bimba un mutuo ecc…che tristezza che mi fanno queste persone ricche e superbi fuori ma povere dentro…bisogna pregare tanto per queste petsone vuote….scusate lo sfogo

    Piace a 2 people

  2. Dal Vangelo che leggeremo domani.
    Chi si vergognerà di me e delle mie parole davanti a questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi

    Piace a 1 persona

  3. Il punto, caro Mauri, non è essere minoranza o maggioranza.
    Riguarda piuttosto la verità.
    Credo che sia illuminante questo stralcio di un’intervista del cardinale Biffi (http://www.tempi.it/giacomo-biffi-e-quei-suoi-giudizi-ancora-oggi-pieni-di-vita-e-di-liberta#.VbXI2fntmko)

    «Ai giornalisti ho semplicemente detto in due occasioni che sono anche loro – come tutti – in pericolo di perdere l’anima. Il loro pericolo particolare è costituito dal fatto che essi sono professionalmente obbligati a privilegiare la “notizia”, mentre che è salvifica è la verità. Ma ai pericoli si può rimediare e alle tentazioni si può resistere: basterà che, per amore dell’attualità e della sensazione, non pecchino contro la luce, e che trovino nell’amore, nella pietà, nel rispetto per l’uomo il limite invalicabile al loro giusto diritto e al loro dovere sociale di informare e di raccontare».

    Piace a 1 persona

  4. …Tredici mesi dopo. Premesso che ci divertiamo a fingere di non capirci. Ma anche che mi impegno troppo poco a a farmi capire.
    Secondo me, invece, il punto è proprio quello che sostenevo quattordici mesi fa: abbiamo voluto ritrovarci in pochi. “Perché incapaci di fare forte ciò che è giusto, abbiamo fatto giusto ciò che è forte.” (Blaise Pascal)
    In pochi, e i numeri contano, e demotivati, permettiamo che la maggioranza neghi la Verità di un Segno.
    Allora? Avanti, a testa alta e di corsa ma sorridendo come Bolt, a testimoniare! Ma forse anche questa volta, Gabriele, non vogliamo ammettere di sostenere la stessa tesi…

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...