Officina: io non ti perdonerò mai (2)

1F86382E-29BE-4204-BEFD-684DCCAD9B0E_Enzo-BianchiE’ curioso come cambiando solo un accento la parola “perdono” significhi, come sostantivo “iper- dono” mentre come verbo, al plurale, “sconfitta”.

Vorrei farvi partecipe del libretto di Enzo Bianchi  “Dono e perdono” Giulio Enaudi Editore 2014, che tratta i temi, strettamente legati tra di loro di dono , perdono e compassione.

Le seguenti righe sono un estrapolazioni di testo che ho fatto solo dal capitolo riguardante il tema di questa serata: Il perdono.

In copertina riguardo al perdono l’autore recita:” …Il perdono è la via difficile di chi, senza dimenticare, nel dolore e nella discrezione,cambia se stesso. Perdonare è donare totalmente.”

 “Il perdono è un processo personalissimo, faticoso e lento…occorre diffidare di chi perdona troppo facilmente.

Innanzitutto il perdono non significa dimenticare,…solo Dio può perdonare dimenticando…l’uomo perdona ma conserva la memoria.

A volte il perdono è confuso con lo scusare l’offensore per cercare un’attenuazione al proprio dolore, …non può significare nè la negazione del male subito nèun voler ristabilire la situazione antecedente l’offesa,  dice la sapienza: “Dopo aver cotto il pane si può di nuovo avere la farina?”

Perdonare deve portare a un cambiamento dei sentimenti nei confronti dell’offensore, rinunciare a voler contraccambiare, vivere uin’empatia con  lui fino all’atto del perdono, atto libero compiuto nell’amore e nella pace.

Non siamo tentati di ripagare con lo stesso male chi ci ha ferito?.

Quando si riceve un’offesa si reagisce  e si decide la vendetta, la fuga oppure il perdono.

Dal punto di vista etimologico perdonare significa donare totalmente. Richiede un sacrificio di sé stessi in rapporto all’altro, si perdona affinchè l’altro possa vivere.

Perdonare non è naturale e spontaneo.

Oggi si è diffusa l’abitudine a dichiarare la disponibilità al perdono davanti alle telecamere e ai mass media, ma spesso appare come atto di protagonismo. Chi è arrivato a perdonare sa invece che si tratta di un cammino che richiede discernimento, lungo perché richiede tempo, faticoso perché esige disciplina ed esercizio e a caro prezzo perché costa sacrificio. Un cammino che va sempre riconfermato e ricominciato.

Ogni lungo cammino comincia con un primo passo, e il primo passo del perdono è una rinuncia, un no determinato alla vendetta, un sentimento che fa crescere l’aggressività, moltiplica la violenza in una spirale che ammorba tutte le relazioni umane.

In questo modo prima o poi si giunge  a guardare l’altro dissociandolo dal male che ha commesso. L’altro non è il male. L’altro resta un uomo che ha commesso un’azione che è male, ma ciascuno di noi è più grande del male compiuto.. Se non si assume questo sguardo l’unico esito possibile è la condanna a morte.

Purtroppo noi siam abituati­ a identificare e definire le persone sulla base di un loro comportamento negativo, ma l’offensore è più grande dell’offesa.”

 

La capacità di perdonare è un dono che si dà perché tale dono si è ricevuto.

“Il perdonare non è azione di giustizia ma di misericordia. L’amore e la misericordia sono sempre indirizzati ad una libertà che può rifiutarli. L’amore basta all’amore e il perdono non attende riconoscimenti né ricompense”

Il perdono permette di capire cosa significhi amare lasciando all’altro la libertà di rifiutarlo.”

 

Permettere di intravedere l’amore incondizionato di Dio, di sperimentare la sua misericordia.

“L’amore di Dio non va mai meritato, è grazia gratuita e incondizionata.

La portata scandalosa del perdono è che si tratta di una conversione da attuare in sé stessi: il perdono non nasce dalla conversione di chi ha offeso, ma nasce dalla conversione di chi ha ricevuto.

Questo non significa dimenticare , anzi più si perdona e più si ricorda, ma in una operazione di memoria che non è mortifera.”

Roberto Banfi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...