Siamo tutti Rozzanesi? (2)

vietato-presepeCommentando il polverone sollevato dal Preside della scuola di Rozzano, il vescovo di Padova mons. Cipolla ha dichiarato a Rete Veneta “Io farei tanti passi indietro pur di mantenerci nella pace e pur di mantenerci nell’amicizia.”

E giù altri fiumi di inchiostro.

Beh, che c’è di strano? I “valori” di cui ci riempiamo la bocca non sono statuine da brandire.

Quasi mille anni fa un ragazzo di Assisi che avrebbe “convertito la chiesa partendo da se stesso” inventò il presepe.  A chi si imbarcava in una sacra battaglia per liberare la Terra di Gesù dal Saracino, la rappresentazione di Greccio voleva suggerire che Dio nasce ovunque. Quel bambino oggi Risorto non è vincolato a luoghi o tempi. Ma a cuori più o meno disposti ad accoglierlo.

Oggi siamo disposti a santificare il gesso, a sacralizzare la plastica verniciata. Tutto per non farci provocare dal Mistero che scuote il mondo da quella notte di Betlemme. Dio viene. L’uomo non c’è.

Il Natale è la festa più drammatica e dolorosa della storia. Forse per questo è meglio continuare a non pensarci e spendersi dietro a polemiche inutili.

Gabriele Guzzetti

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...