La Prospettiva

orizznteUna poesia delicata. La metafora di una Storia lunghissima che ci accomuna. Buon Natale!

Andrea Torquato Giovanoli

“E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi”

(Giovanni 1,14)

Narra un’antica storia che il giorno in cui la Terra sorse, il Cielo si innamorò di lei.

Dall’alto della sua volta egli ne ammirava la fertilità, la solidità e la varietà di forme e di colori.

Presto anche la Terra iniziò a ricambiare il sentimento di cui era oggetto e così anch’essa s’innamorò del Cielo, della sua immensità, della sua purezza, della sua freschezza.

Ed il loro amore risaltava nei doni che reciprocamente si scambiavano: il Cielo bagnava la Terra con la sua pioggia e la Terra rendeva al cielo l’aria pulita dei suoi alberi.

Il cuore di entrambi, però, era velato di tristezza. Infatti, pur essendo così vicini l’uno all’altra, non potevano toccarsi ed il loro sogno d’amore restava incompiuto.

Si amarono tuttavia da lontano, per tanto tempo, fino al giorno in cui la…

View original post 27 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...