Boxtrolls le scatole magiche

box trolls

Film di animazione del 2014 realizzato in stop-motion diretto da Graham Annable e Anthony Stacchi.

“Quando i guai ti buttano giù gli amici ti tirano su.”

Non fatevi trarre in inganno dal cinema di animazione, per un volta lasciatevi trasportare dalle caricature e dai pupazzi nelle strade di cartone di un paese che adora il formaggio e odia le scatole.
Sotto le esilaranti gag e al di là del ritmo incalzante del film si nascondono un sacco di piani di lettura. La storia di un orfano che trova una nuova famiglia, lotta per non farsela portare via e per ritrovare suo padre. La storia del cattivo Archibald Arraffa che vuole godere delle delizie della vita aristocratica a cui in realtà è “allergico”. La Storia dei benpensanti governanti aristocratici dalle “tube bianche” che sono più interessati alla degustazione dei formaggi che al governo del paese che dovrebbero amministrare.
La storia di come, per mantenere il potere, serva un nemico e quando non c’è bisogna inventarselo e per inventare un nemico non c’è nulla di meglio del mondo dello spettacolo. Ancora la storia di come, per superare le difficoltà, a volte bisogna credere di potere andare oltre le proprie abitudini e convinzioni e nello stesso tempo di come è inutile rinnegare se stessi solo per conquistare una posto di potere o per godere di uno status sociale più elevato.
Ci si chiede per tutto il film chi siamo i buoni ed i cattivi, e se lo chiedono paradossalmente anche i cattivi che forse sono buoni ingannati da se stessi e dalle loro chimere. Forse i buoni sembrano cattivi solo perché non hanno fiducia in se stessi. Alcuni sono buoni un po’ distratti da se stessi e dalle loro manie, altri cattivi sono talmente stupidi che non sanno fare altro che essere così. Ma tutti possono scegliere se essere buoni o cattivi conoscendo meglio se stessi e soprattutto ascoltando chi sta loro attorno. Perchè alla fine non ha senso chiedersi se si è buoni in assoluto, ma se siamo abbastanza buoni con i nostri “prossimi”. Per una volta è proprio una marionetta a insegnarci cosa sia la libertà e la responsabilità.
Tutto questo in una vera opera d’arte curata nei minimi dettagli, disegno dopo disegno, cartone dopo cartone.

Andrea Marchesani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...