Gruppo d’ascolto: il buon ladrone.

ladroneSettimo incontro del gruppo d’ascolto (Lc. 23, 32-43)

Qui stupisce la profonda comunione di Gesù con i peccatori: non distingue più se stesso e il proprio destino da quello dei peccatori. Gesù si è fatto peccato. L’abbassamento ha raggiunto il suo vertice. Solo contemplando questo mistero intuiamo che cosa sia la misericordia di Dio.

Stupisce l’amore per il nemico che qui si realizza. Che cosa ama nel nemico? Non ciò che fa o ha fatto, ma il suo destino, cioè ciò per cui è fatto. Se ciò per cui è fatto è Cristo allora non è un nemico!

32Insieme con lui venivano condotti a morte anche altri due, che erano malfattori.
33Quando giunsero sul luogo chiamato Cranio, vi crocifissero lui e i malfattori, uno a destra e l’altro a sinistra. 34Gesù diceva: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”. Poi dividendo le sue vesti, le tirarono a sorte. 35Il popolo stava a vedere; i capi invece lo deridevano dicendo: “Ha salvato altri! Salvi se stesso, se è lui il Cristo di Dio, l’eletto”. 36Anche i soldati lo deridevano, gli si accostavano per porgergli dell’aceto 37e dicevano: “Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso”. 38Sopra di lui c’era anche una scritta: “Costui è il re dei Giudei”.
39Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: “Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi!”.  40L’altro invece lo rimproverava dicendo: “Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena? 41Noi, giustamente, perché riceviamo quello che abbiamo meritato per le nostre azioni; egli invece non ha fatto nulla di male”. 42E disse: “Gesù, ricòrdati di me quando entrerai nel tuo regno”. 43Gli rispose: “In verità io ti dico: oggi con me sarai nel paradiso”.

COME POSSIAMO AIUTARCI?

  • Solo chi si perde per amore salva se sesso e gli altri: “Chi vorrà salvare la propria vita la perderà”. Cosa vuol dire giocarsi la vita per il Signore?
  • L’ignoranza del valore della Croce rappresenta la mancanza della prospettiva della Resurrezione, del nuovo inizio. Siamo capaci di vivere la nostra croce certi del Bene che non può non coinvolgerci?
  • Come ci immaginiamo il Paradiso? Pensiamo mai che sarà la comunione con Lui? Quindi non un “luogo” ma uno “stato”?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...