Non furono secoli bui! Plinio Correa de Oliveira.

Plinio Correa de Oliveira (1908 - 1995) Storico, politico, filosofo, giornalista. "Cattolico Apostolico Romano".
Plinio Correa de Oliveira (1908 – 1995) Storico, politico, filosofo, giornalista. “Cattolico Apostolico Romano”.

Grazie a Julio per il suo commento e per il dono dell’Autoritratto filosofico di Plinio Corrêa de Oliveira (abbiamo anche imparato la grafia corretta).

Ci  concede così la possibilità di diffondere una citazione più ampia di quella già pubblicata. E ci offre occasione e argomento per ribadire la grandezza del periodo storico del Medioevo. Ma anche la possibilità di comprendere forse definitivamente, e confutarlo, il motivo per cui il termine “medievale” è usato comunemente come sinonimo di “retrivo, superato, retrogrado”.

Come espone il filosofo brasiliano, il periodo in cui si manifestò in maniera, addirittura!, perfetta la Civiltà cristiana fu appunto il Medioevo! Come si rimedia a questo scandalo? Bollando per secoli quei secoli come bui!

“Fu già un tempo che la filosofia del Vangelo governava gli Stati…”

Ma qualcuno si chiederà: quando ci fu storicamente questa perfetta civiltà cristiana? È realizzabile la perfezione in questa vita?

La risposta a queste domande indisporrà e irriterà molti lettori. Tuttavia, devo affermare che vi fu un tempo nel quale gran parte dell’Umanità conobbe questo ideale di perfezione e tese verso di esso con fervore e sincerità. A causa di questa tendenza nelle anime, i tratti basilari della civiltà divennero tanto cristiani quanto lo permettevano le circostanze di un mondo che stava sollevandosi dalla barbarie. Mi riferisco al Medioevo di cui, malgrado questa o quella pecca, Leone XIII scrisse eloquentemente: “Fu già un tempo che la filosofia del Vangelo governava gli Stati, quando la forza e la sovrana influenza dello spirito cristiano era entrata bene addentro nelle leggi, nelle istituzioni, nei costumi dei popoli, in tutti gli ordini e ragioni dello Stato; quando la religione di Gesù Cristo posta solidamente in quell’onorevole grado che le conveniva, traeva su fiorente all’ombra del favore dei Prìncipi e della dovuta protezione dei magistrati; quando procedevano concordi il Sacerdozio e l’Impero, stretti avventurosamente fra loro per amichevole reciprocanza di servizi. Ordinata in tal guisa la società recò frutti che più preziosi non si potrebbe pensare, dei quali dura e durerà la memoria, affidata ad innumerevoli monumenti storici che niuno artifizio di nemici potrà falsare od oscurare”. [Leone XIII, enciclica «Immortale Dei», dell’1-11-1885, in ASS, vol. XVIII, p. 169.]

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...