Don Maurizio Patrciello. Campare: per chi?

Pubblichiamo altri brevissimi appunti sull’incontro di Padre Maurizio Patriciello con la Chiesa di Saronno il 19 febbraio.

ricamoDice un proverbio: “Nun se può campà senza sapé pe’ cchi.” Non si può campare senza saper per chi. E’ un proverbio napoletano che dice che si può vivere anche senza avere un grande ideale nella vita, ma non si potrà mai vivere senza avere un volto da amare.

Che il Cristo ci ami alla follia non ci sono dubbi. Di questa verità  dobbiamo sempre far memoria. San Paolo ha detto di Gesù: “Io so bene in Chi ho creduto.”

Tutto cambia, ciò che non cambierà mai è il cuore dell’uomo, col suo bisogno di amare ed essere amato.

Su Dio che è amore non ci sono dubbi. Ma “Io sono diventato amore?”, “Posso vedere con gli occhi del cuore? Gli stessi occhi di una mamma, di un innamorato?”

“Signore che cosa vuoi che io faccia?” Il Signore ci chiama, a volte non si sa dove ci voglia portare ma alla fine tutto torna, come in un ricamo: il rovescio ha un intreccio incomprensibile di fili, sul diritto un disegno piacevole. Il dolore fa male, si sa. Eppure niente di questa nostra vita deve andare perduto. Dopo aver moltiplicato i pani e i pesci Gesù fece raccogliere gli avanzi del pasto “perché nulla fosse andato perduto”.

Guardate come si amano!” Questo deve vedere il mondo in noi.

Se volete bene a Gesù prendete la Corona e non lasciatela più“: trovate il tempo per pregare, cercate il Suo volto nei fratelli, soprattutto tra i poveri. Non vi sbaglierete mai.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...