«I Feel Cud», un premio alle parrocchie che aiutano.

ritaglio-ifeelcud-770x439_cAncora una segnalazione da parte della nostra Lidia. Una buona notizia, da Avvenire, che riguarda la nostra Comunità pastorale.

di Laura Delsere

Nel 2015 ha premiato l’innovazione nella carità. Anche quest’anno il concorso Cei ‘I Feel Cud’ sosterrà progetti sociali nelle parrocchie. Scade il 30 maggio l’iscrizione (www.ifeelcud.it, il bando è anche su facebook.it/ifeelcud etwitter.com/ifeelCUD) per vedersi riconosciuti fondi tra mille e 15 mila euro.
Si tratta di organizzare un evento di piazza che sensibilizzi alla firma 8xmille e di inviare on line il progetto sociale. Auspicabile – ma non vincolante – durante l’appuntamento pubblico la raccolta della scheda firmata tra i titolari di CU (l’ex Cud). Obiettivo: fare trasparenza sul sostegno economico alla Chiesa, dalla firma all’opera finanziata. Ecco i vincitori 2015:
Parrocchia SS. Pietro e Paolo, Saronno (Varese)
Premiato con 4 mila euro il Fondo cittadino di solidarietà, creato alcuni anni fa dal parroco, don Armando Cattaneo, per le crescenti emergenze economiche del territorio, ha assicurato una parte dei buoni mensa ai bambini delle elementari provenienti da famiglie in difficoltà.  

Parrocchia San Francesco di Paola, Scafati (Salerno) Premiata con 15 mila euro Continua a leggere

Omelia di mons. De Scalzi per le prime Comunioni.

Venite-e-Vedrete2-copia«Oggi 24 aprile per la Comunità di Regina Pacis è un giorno importante: un gruppo di ragazzi vengono introdotti all’intimità con Gesù, nel suo più alto Mistero che è l’Eucaristia. Da questa domenica e per tutte le domeniche non sarete più semplicemente spettatori di quello che facevano gli adulti. Quante volte li avete guardati mentre ricevevano la Comunione… Ma voi stessi avrete il diritto di ricevere Gesù. Ogni volta che lo vorrete e ne sarete degni, perché preparati. In tanti aspettavamo questo giorno, per godere insieme di tanta innocenza, bellezza interiore, che traspare da questi ragazzi e ragazze; bellezza anche esteriore: di occhi, di volti, di ragazzi felici. Di visioni come queste abbiamo bisogno tutti. Specie noi adulti. Continua a leggere

Quando verrà mio papà a prendermi?

lacrima3«Solo avendo vissuto l’esperienza di un Padre buono potremo farci questa domanda con serenità.»

E’ la presentazione che la nostra Lidia ci propone per l’articolo dell’ineffabile Marina Corradi.

Milano, aprile – Alle cinque di sera nella grande casa di riposo, sedute su delle panchine lungo il corridoio, le ricoverate attendono che si faccia l’ora di cena. Sull’orologio a muro la lancetta avanza con estenuante lentezza. Che silenzio: i rumori da fuori in questi antichi locali arrivano ovattati. Dalle cucine, un vago odore di minestra di verdure si mescola a quello Continua a leggere

ROBOTICA. Il futuro è “soffice”

Microsfere respirabili per il rilascio di insulina a livello polmonare.
Microsfere respirabili per il rilascio di insulina a livello polmonare.

Le nuove nano strutture si ispirano ai meccanismi degli organismi viventi.

Grazie Lidia per la bella segnalazione di oggi!

SILVIA CAMISASCA

Anche se la nanotecnologia condizionerà la nostra quotidianità più di quanto già – consapevoli o meno – non lo faccia ora, formalmente non vivremo rivoluzioni: continueremo a goderci un gelato ai tavolini di un caffè, forse più gradevole senza il rumore dei motori a scoppio (sostituito dalla vibrazione discreta del motore elettrico, simile a quella delle porte stagne dell’Enterprise di Star Trek), e senza l’odore di benzina, Continua a leggere