Schegge. Omelia VI domenica di Pasqua.

copertina eucaristia grande«Prima lettura, Tre volte Paolo racconta questa Storia negli Atti degli Apostoli, quindi è importantissima. Per i piccoli e per i grandi. E’ importantissimo: qui si gioca tutto della nostra storia di cristiani. Paolo va a cavallo in città come faceva di solito con delle lettere che gli venivano date delle lettere su cui era scritto di un gruppo, una comunità, di qualcuno che dovevano arrestare. Possiamo solo immaginare che sarebbe stato del malcapitato… Non faceva Bene Paolo… ed era temuto perché era romano, giudeo, poteva recarsi ovunque, era intelligente, forte. (Viene raffigurato sempre con la spada). Ad un tratto una luce. cade a terra accecato e sente una voce: “Saulo, Saulo, perché mi perseguiti?” Egli risponde:”Chi sei, Signore?” “Io sono Gesù che tu stai perseguitando.” In questo momento Gesù gli sta comunicando che Lui e le persone che sono da Lui perseguitate sono la stessa persona. La Chiesa è la stessa identica persona che è Gesù. “Dove due o tre sono insieme nel mio nome Io sono presente.” ” Io sono la vite e voi i tralci.” ” Ero malato e mi avete visitato. Ero in carcere, ero nudo, affamato…” Ma quando avviene l’incontro? Ogni volta che avete visitato, vestito, sfamato un altro! “Io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo. Se non chiediamo allo Spirito Santo di accogliere questa verità non capiamo molte cose della nostra esperienza, non capiamo l’amore, la carità di cui parla Paolo. Un prete non capisce il significato del Sacramento che ha ricevuto: “Questo è il mio Corpo, Questo è il mio Sangue”: Ma il corpo e il sangue di Chi? Del prete? Di Gesù! “Io ti assolvo.” Io chi? Quando due innamorati si sposano non son più due ma una cosa sola. E quando faccio la Comunione mangio Lui e divento chi? Lui! Se chiediamo allo Spirito Santo di capire questo si capisce tutto della Chiesa. Tutto prende un valore diverso. Guardate che chi vi parla della Chiesa in maniera diversa è perché non ha la fede. Perché non riesce ad entrare dentro questo Mistero. E allora dice tutto quello che vuole. Tutto e il contrario di tutto, sempre, senza la fede, senza riconoscere che Lui è presente nella Chiesa. Guardate, faccio un invito da subito un testimone nelle prossime settimane verrà a raccontarci come la fede in Medioriente, nei luoghi dove i cristiani sono perseguitati, sta maturando, fiorendo. Come ai tempi di Cristo, come allora, anche adesso. Ieri, oggi, sempre! Guardate, così si capiscono tutte le Sue parole. Allora chiediamo la Grazia di entrare dentro questo Mistero grande che ci unisce e ci fa un Corpo solo. Ecco perché è indispensabile la Comunità, ecco  perché è indispensabile che la Comunità frequenti la Messa e si alimenti della preghiera, del lievito, della Sua benedizione, dell’Eucarestia, E’ indispensabile, non necessario!

Sia lodato Gesù Cristo!»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...