L’importanza di innamorarsi (vale per i santi come per le colf).

santa-caterina-da-siena-3Un’esperienza unica!  E’ il commento della nostra Lidia a corredo dell’articolo che ha selezionato per noi. Grazie. E mi permetto di dedicarlo a Lucetta che qualche giorno fa mi ha confidato di essere, come Caterina, a modo suo, mamma. Di una nutritissima schiera di ex alunni… “un’esperienza unica!”

Pippo Corigliano

“Una volta Vittorio Messori intervistò una collaboratrice familiare che aveva dedicato la vita a Dio e agli altri decidendo di non sposarsi. Lavorava molto e cucinava bene. Le chiese: «Ma perché fai tutto questo?» e lei rispose: «Per amor di Dio». Vittorio si commosse. «Per amor di Dio! Per amor di Dio! Ma chi dice oggi questo?».
L’episodio è vero. Sapevo che Vittorio ha un cuore d’oro ma sapevo anche che lo nasconde spesso con un modo di fare bisbetico … Si dimentica ogni tanto e me lo chiede: «Pippo, come sono io?». «Bisbetico», gli rispondo. Però il bisbetico si commosse.
È importante essere innamorati. Quando una mamma chiese a san Josemaría come trasmettere la religiosità ai figli (7, per la precisione) lui rispose: «Vogliatevi molto bene fra di voi». L’amore è un’esperienza unica nella vita e qualche volta bisogna provarla, negli altri e in se stessi.
Sempre san Josemaría, arrivato ai settant’anni, diceva: «Trovatemi un vecchietto che vi parli d’amore come faccio io …». Perciò santa Caterina (e con lei tutte le sante) parlava di Gesù come il suo sposo. I familiari e suo padre le facevano opposizione finché un giorno il babbo entrò nella sua stanza e vide la colomba dello Spirito Santo su sua figlia in preghiera. Allora disse “basta!” e proibì ai figli di importunarla, aggiungendo: «Che poi non è così male avere Gesù come genero».
E davvero Caterina fu mamma e così la chiamavano anche tanti che erano più anziani di lei. L’amore è la guida della nostra, della mia vita.”

fonte: Tempi 18/4/16

Annunci

Un pensiero su “L’importanza di innamorarsi (vale per i santi come per le colf).

  1. Sono iscritta al blog di Pippo, ho letto il suo libro “cartoline dal Paradiso” ricevo i suoi post per cui avevo già letto questa storia ma ti ringrazio ugualmente del dono. Ciao Maurizio e buona giornata. 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...