A farla insieme men lunga sarìa

Sappiamo che il gestore del Betania’s conosce il suo esperto della canzone… ma probabilmente mai avrebbe pensato che arrivasse ad una “perfomance” così “d’annata”: eccolo che sta canticchiando “son fili d’oro i suoi capelli biondi e la boccuccia odora..”. Come spiega l’esperto, “tutto nasce dalla predica di Don Fabio: ci ha parlato di vagabondi e di pellegrini, dell’importanza della meta e dell’oratorio feriale 2016 con quel suo “L’amore si fa strada”….ed allora io ho pensato alla strada”.

E davanti a sguardi attoniti ed interrogativi, cosa racconta? “beh, i primi esempi che ho pensato cantavano una strada che non dava esiti felici per l’amore!

Pensiamo a “Taxi” (Sanremo 1970): Antoine ci cantava che “dovevo andare lì e proprio in quel momento l’ho vista che saliva su un taxi”: e pur salendo sul taxi con lei, e pur tornando “in quella strada per incontrare lei” “alla fine di quella strada era la fine di quell’amor”.

E che dire di una strada che ci cantava Claudio Villa nel 1959, una strada con un binario (“triste e solitario, tu che portasti via, col treno dell’amore, la giovinezza mia”)?

Ma allora la strada ci è così nemica? come per J-Ax (“Uno di quei giorni, 2015), che nonostante tutta la cura che investe nella preparazione (“Con la moto come il “Che”, Easy rider” della complanare, per vestirsi c’è una prassi che nemmeno un cardinale…la vita di un cow-boy su un cavallo artificiale” “però poi non è che piove, inizia proprio a grandinare”!

No, non ci è nemica… anzi, la svolta l’ho colta proprio nel verbo “cavalcare”: la soluzione ce la cantava Gino Bramieri, in un Sanremo del 1962, con la sua “lui andava a cavallo”! Occorre l’attenzione verso il percorso che intraprenderai, una preparazione in cui tu abbia chiara la strada, la meta…e noi stessi, con i nostri mezzi, pregi e difetti. Un comico ci presentava un testo simpatico, ma cantatelo “sognava una bellissima automobile per conquistar la sua vezzosa bambola, ma avendo solamente pochi spiccioli, un bel cavallo bianco si comprò”; e quindi, conscio della meta e dei mezzi “lui andava spavaldo a cavallo, col cilindro e una rosa all’occhiello” …. e lei ? “Lei diceva, che bello, che bello, quell’uomo a cavallo è l’uomo del mio cuor”..” e a cavallo se ne andavano al dolce amor !”. Quindi consci della strada, della meta e di chi vorresti coinvolgere nel viaggio, come ci canta anche Claudio Villa : “Vieni, c’è una strada nel bosco, il suo nome conosco, vuoi conoscerlo tu? vieni, è la strada del cuore, dove nasce l’amore che non muore mai più”.

Così se voi avete chiaro chi vorreste come compagno di viaggio (“Quando Rosa torna dal villaggio sola sola e mesta in volto”), avete chiara la strada (“dolce la sera e lunga è la via, a farla insieme men lunga saria”) e consci dei mezzi sapete se vi manca “qualcosa” per organizzare il percorso, rivolgetevi alla persona giusta! Non il “vecchio casellante” di “binario”, che non potrà fermare quel treno nemmeno “per favore”, “che muoio di dolore”; come in “Fili d’oro”, cercate un riferimento che vi ascolti e che vi capisca.. così poi Rosa vi canterà “che il buon curato mi ha detto passando”.

Un po’ come in un oratorio feriale, dove per i nostri ragazzi ci sono degli animatori che si mettono in gioco… con una maglietta con la scritta “l’amore si fa strada”.

Un po’ come al Betania’s…dove, a proposito di voci femminili, proprio mentre l’esperto cantava di strade, una cliente ha intonato “strada facendo vedrai che non sei più da solo”! .. ed è la voce che più piace all’esperto, la voce con cui lui condivide la strada!

Stefano Vanoli

 

2 pensieri su “A farla insieme men lunga sarìa

  1. Pellegrina o vagabonda?
    A dire la verità, ho scoperto che mi piace vagabondare senza meta per le vie di campagna e lasciare che il respiro del corpo e dell’anima si fondano insieme per lasciarmi ancora sorprendere da ciò che mi riserva la successiva svolta del sentiero.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...