Cammino, dunque vivo

paesaggi_raggi_che_filtrano_nel_boscoGode di Dio i prodigi,
fra boschi e fiumi e campi
solo colui che lieto
pel vasto mondo va.
I pigri non rallegra
l’aurora col suo raggio,
grigia è la vita al pavido,
piena d’affanni e duol.
Limpidi i ruscelletti
sgorgano fra le rocce;
cinguettano gioconde
le allodole nel vol.
A lor provvede il cielo,
ai fiori, ai campi e ai prati.
Insiem con loro a squarciagola io canto,
fidando anch’io nel ciel.

(da “Vita di un perdigiorno” di Joseph von Eichendorff)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...