Fabrice Hadjadj: la Carità.

Cassius Clay – George Foreman

Diamo oggi la dignità di post alla citazione di ieri nell’articolo di Dantonia sul Beato Piergiorgio Frassati: Fabrice Hadjadj afferma che “L’amore più profondo implica una dimensione tattile… Vicino o lontano sono determinazioni del tatto, più che della vista e dell’udito: posso vedere o udire una cosa a distanza, essa mi è vicina solo quando posso raggiungerla o esserne raggiunto. Il prossimo è Edmond, che ho voglia di schiaffeggiare o Roland che ha l’alito pesante. Niente a che fare con l’amore per l’umanità o la difesa dei diritti dell’uomo, che conducono a lotte igieniche e inoffensive. La filantropia si accontenta di una foto e manda un assegno; la carità esige la prossimità fino al pugilato”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...