L’acqua e i ferri rugginosi di Caravaggio.

Mani tese.
Mani tese.

MARINA CORRADI

Caravaggio (Bergamo), settembre – Alla messa domenicale delle 8 e 30 il santuario è già affollato. Chi arriva passa prima dalla Madonna, che ha fiori sempre freschi, e sempre nuovi fedeli davanti, in ginocchio. Ma è all’uscita, quando vai al sacro fonte, che ti meravigli di tutta quella gente, di tutte quelle mani protese all’acqua, all’acqua fresca che sgorga incessante e generosa nei lavatoi di pietra. C’è chi avvicina la bocca e beve, chi si è portato una bottiglia da riempire, chi si bagna la testa, chi immerge le mani. Cosa verranno a chiedere i Continua a leggere

Omelia della seconda Domenica di Quaresima (e anche della prima, già che ci siamo)

ACQUA-PURA--X----

Sarebbe bello riprendere l’attualità dei Comandamenti:

una traccia di vita spettacolare

una libertà che ti apre orizzonti mozzafiato.

Io dico così: almeno una volta al mese

impariamo a fare un esame di coscienza

rileggendo con calma queste dieci Parole

che hanno dentro una verità profonda. Continua a leggere