Libertà e Pinocchio.

…E più una persona ha legami e più è ricca, e più una personalità è forte, altro che non dipendere da nessuno: è esattamente il contrario. La libertà è la coscienza che hai dei legami che ti costituiscono e la forza con cui li vivi. E la criticità con cui li vivi, anche: non come uno schiavo, come uno sciocco il cui pensiero dipende da altri. Ma la forza di una persona è la sua storia, cioè i legami che ha. la tradizione da cui proviene, quel che c’è dietro, la ricchezza di un passato, la forza di una storia. E’ perché apparteniamo che siamo forti: se uno non è di nessuno non esiste. La verità è che se uno non è di un padre è di un padrone. Si finisce per scoprire che l’alternativa nella vita è secca: o Geppetto o Mangiafoco, o un padre o un padrone. L’idea che la libertà sia non avere né l’uno né l’altro, cioè che esistiamo come individui, senza relazioni, è veramente una menzogna, forse la menzogna più grande della modernità. 

Ho trascritto un passo de “L’avventura di Pinocchio” in cui Franco Nembrini affronta, in un passaggio cruciale, la questione della libertà. Quando tra amici ci siamo confrontati sulla prima parte della storia la nostra Elisa, commossa, ha segnalato proprio questo passo come vitale nella propria esperienza. Rifletterci significa davvero ribaltare ciò che “la modernità” ci “educa” a condividere…

… sapere di appartenere a …

Dal discorso di Papa Francesco all’apertura del Convegno Ecclesiale della Diocesi di Roma sul tema “Non lasciamoli soli! Accompagnare i genitori nell’educazione dei figli adolescenti”

Oggi le reti sociali sembrerebbero offrirci questo spazio di rete, di connessione con altri, e anche i nostri figli li fanno sentire parte di un gruppo. Ma il problema che comportano, per la loro stessa virtualità, è che ci lasciano come per aria e perciò molto volatili. Non c’è peggior alienazione per una persona di sentire che non ha radici, che non appartiene a nessuno

 

Se sai di appartenere a qualcosa o a qualcuno, anche nella solitudine più cupa, ci sarà sempre qualcosa a cui tornare o qualcuno a cui aggrapparti … e lo scrivo per esperienza …