Non horruisti uterum.

La fontana del villaggio

1450370334_51793076

Quando posso mi fa piacere pregare la liturgia delle ore nell’originale latino, in modo da godere pienamente dei testi proposti alla meditazione e alla preghiera. Così qualche giorno fa mi sono fermato a considerare il testo del Te Deum, il bellissimo inno di ringraziamento che recitiamo almeno ogni Domenica nell’Ufficio delle Letture.

View original post 905 altre parole

Tornare al Padre

Un post alla Marina Corradi.

Noi l’abbiamo chiamata “Nostalgia del futuro”. 

Di quello che sarà.

La fontana del villaggio

18-ritorno-verso-casa

C’è una parola bellissima in Ebraico: teshuva, che di solito si traduce con “conversione”, oppure “pentimento”, ma che letteralmente significa ritorno.
Il Vangelo di oggi ci dice questo: essere Cristiani è tornare, è ri-cordare di essere figli, ri-cordare, cioè rimettere in cuore il Padre dopo che lo abbiamo dichiarato morto, dopo la sbornia colossale che ci ha ubriacato, ed avere il coraggio di tornare.

View original post

Se tu fossi stato qui.

Corro il rischio di procurare mal di pancia nel riportare i contenuti non politicamente corretti di questo post:

La fontana del villaggio

13062493_10154288805282508_7968002025956146241_n

Signore, se tu fossi stato qui mio fratello non sarebbe morto!
Questo dice Marta a Gesù, lo abbiamo ascoltato nel Vangelo di ieri, ma davvero era così? Davvero Gesù non era anche là? La frase di Marta rivela una concezione facile, ingenua, della fede: Gesù è quello che mi fa star bene, è quello che mi tira sempre fuori dai guai. Però l’esperienza ci insegna che le cose non vanno affatto in questo modo.

View original post 343 altre parole