E se la Grazia…

Ecco un nuovo, “fresco” e pertinente post del nostro Stefano. Ci scrive della Grazia. 

Abbiamo lasciato l’esperto della canzone del Betania’s che al bar parlava della ricchezza data dall’ “Officina di espressione”; ed eccolo prorompere improvvisamente: “Caspita! Il contributo che mi venne in mente alla prima cui partecipai… è proprio adeguato a questi giorni!!”.
Il tema era quello della Grazia: non sto a spiegarVi cos’è per me…. ma mi faccio aiutare da Walt Disney e da Dickens e, con un “canto di Natale”, mi/Vi chiedo:
“e se la Grazia venisse ad incontrarmi, ma io ne volessi fare volentieri a meno?”

Buon Natale, col canto di Natale e con l’Incontro per eccellenza!
Stefano

Canto di Natale

canto di Natale 2Tutto incomincia nel giorno della Vigilia di Natale.

“L’insegna sopra la porta del magazzino diceva ancora “Scrooge e Marley” (Marley era morto proprio la notte di sette anni prima… ma perché cambiare l’insegna?) ed all’interno faceva molto freddo; nel camino dell’ufficio di “un vero avaraccio, il vecchio Ebenezer Scrooge” “ardeva un piccolo fuoco”, mentre il fuoco del “misero sgabuzzino” dove lavorava l’impiegato Bob Cratchit era ancora più piccolo. Continua a leggere