Fuoco sincero.

Mi scuso con gli amici per la scarsa assiduità al “diario” in questi ultimi tempi. Mi scuso in particolare con l’Amico Fausto che ci ha inviato diversi giorni fa questo Suo ineffabile contributo.

Cari Amici,
cominciano così le cose nuove: dal poco. La vita nuova comincia da un soffio leggero, lo stesso che, di primo mattino, ci spinge a cercare sotto la cenere che tace una brace viva, un sussurro eloquente che conduce alla verità di sé.
Un abbraccio fraterno.
FAUSTO CORSETTI

Era sera. Ci raccoglievamo attorno al caminetto di casa: tutti sapevamo di poter trovare proprio lì ascolto, attenzione, narrazione, condivisione, confidenza, memoria, accoglienza.
Guardando il fuoco, il gioco delle fiamme che si muovevano imprevedibili e vivaci, nel tentativo di sgusciare fuori dal legno che le alimentava, si riusciva comunque a entrare nella vita di chi stava seduto accanto e, guardando verso la medesima direzione, Continua a leggere

Solo lo stupore conosce

ciaulaSi chiama Giovanni Fighera. E’ insegnante, scrittore e giornalista.

Ha incontrato sicuramente il Signore nella Bellezza che il suo contatto con la letteratura gli permette di sperimentare. E lo testimonia. In questo “testo”. Io non riesco a definirlo in un altro modo: è più di un articolo, un piccolo saggio, una lezione… Parte dal riassunto di una novella di Pirandello; d’accordo: è una delle più belle. E’, per i temi che affronta, profonda e commovente. Ma la chiave di lettura proposta è veramente illuminante: “La scoperta della Luna è la rivelazione di una presenza più grande di noi e che esiste nonostante la nostra consapevolezza”. E ancora si parla di stupore, sorpresa e bellezza. Quindi di giovinezza che non conosce declino. E, come sosteneneva Aristotele: “La vita non è che la continua meraviglia di esistere.”

“Ciàula scopre la Luna è una delle più belle novelle di Pirandello. Anche il protagonista di questa novella fa la stessa scoperta sulla bellezza Continua a leggere