Teorema di Patriciello.

falcone-e-anitraRingraziamo i nostri Lucetta e Luca per il pensiero condiviso con gli ultimi commenti su quanto di grave, veramente troppo grave, è accaduto in questi giorni in Francia.

Diamo evidenza a quello che, stralciato dal post precedente, abbiamo chiamato “teorema di Patriciello” (alias finestra di Overton), è il paradigma di ciò che, in nome del… progresso, si verifica in diverse (troppe?) circostanze.

“Ed ecco che ciò che un tempo era vietato, viene democraticamente tollerato. Ciò che è tollerato viene poi legittimato. Infine si impone tanto da diventare un esempio da seguire. Pian piano le parti si invertono: ciò che era vietato diventa un “diritto” da rispettare. E chi contro quel “diritto” esprime il suo dissenso viene prima messo ai margini, poi zittito completamente. Per legge. In un mondo dove ogni minuto si ammalano due giovani di aids, che non riesce a trovare pace, dove ancora tanta gente – vergognosamente – muore di fame, la Francia laica e democratica mette il bavaglio a chi, umanamente, cristianamente tenta di farsi accanto, ascoltare, aiutare, farsi prossimo di una donna alle prese con l’aborto. Sembra incredibile eppure è la realtà.”

fonte: Avvenire 2/12/2016

Stupidario dei (finti) oppositori alle unioni civili

Monica Cirinnà
Monica Cirinnà

Come si dice:

“Pane al pane

e vino al vino”!

Giuliano Guzzo

stupidario

A costo di apparire provocatorio ammetto che ultimamente nutro molta più stima – sinceramente – nei confronti di coloro che, in Parlamento e fuori, si battono a favore delle unioni civili. Per una ragione

View original post 834 altre parole

Il momento è decisivo: il 30 gennaio a Roma per “la marcia di san Giovanni”

Monica Cirinnà
Monica Cirinnà

Family

Day!

il blog di Costanza Miriano

20 ngiugno ter

di Costanza Miriano

Preparate gli zaini, comprate i biglietti, lavate la macchina (o meglio controllate le gomme), accendete gli elicotteri le navi i treni gli aerei gli alianti, chiedete le ferie al lavoro, fingete mal di testa strappate permessi. Da questa mattina è ufficiale. Si torna in piazza il 30 gennaio. A Roma. Raduno alle 11,30. Marcia su san Giovanni (tacco dodici nella borsa, si cambiano le scarpe all’arrivo). I dettagli sono ancora da definire, in corso i colloqui con le forze dell’ordine.

View original post 550 altre parole