L’etica laica è migliore. Ma poi Veronesi tradiva la moglie.

Sì, ma come la mettiamo con le corna?
Sì, ma come la mettiamo con le corna?

Un articolo da leggere fino in fondo. Grazie.

Tutti conoscono Umberto Veronesi, direttore scientifico dell’Istituto Europeo di Oncologia nonché prestigioso medico che ha speso la sua carriera lavorativa alla prevenzione e alla cura del cancro, premiata dalla bellezza di tredici lauree honoris causa, nazionali e internazionali.

Non tutti invece conoscono l’altra faccia di Veronesi, quella decisamente meno meritoria. Parliamo del Veronesi militante ateo-anticlericale, antireligioso e a volte anche denigratore della fede cristiana. Troppe volte ha usato il “Dawkins-game”: sfruttare la sua autoritaria posizione in campo scientifico per invadere i confini della filosofia e della teologia e sparare a zero contro i credenti: «la religione, al contrario della scienza, impedisce di ragionare», un esempio tra tanti. Un altro: «i non credenti curano meglio dei credenti». Continua a leggere

Le canne fanno male. E a scuola si vede.

umberto-veronesiIl dottor professor Umberto Veronesi ne invoca da almeno due anni la liberalizzazione (Leggi qui.)  E sostiene che tabacco e alcool sono più dannosi. Ancora, come per l’ABORTO il teorema, ancora discutibilissimo, del “male minore”.  (Leggi qui) Ma valutiamo invece l’esperienza di ROBERTO CARNERO:

L’esperienza e la chiarezza di un docente.

Non sono un medico, non sono uno psicologo, non sono un tossicologo. Sono un insegnante. E in tanti anni di docenza nei licei ho avuto tra i miei studenti diversi ragazzi che facevano uso di cannabis e derivati. Con un po’ di esperienza capisci subito chi ha questa abitudine, chi coltiva questo vizio (non dobbiamo esitare a usare tale vocabolo, perché di questo e non di altro si tratta). Li vedi in classe con lo sguardo assente, talora con un sorrisino stereotipato che indica non un’autentica gioia interiore, ma un malsano distacco dalla realtà. Continua a leggere