Goethe a Casamicciola: l’imprevisto è la legge di Dio

Ti hanno donato vita, tu proteggerai sempre la vita-in-emergenza. Nel titolo del Meeting che si è appena concluso, la chiave del miracolo di Ischia.

Anche don MARCO POZZA, che ospitiamo ancora al Bar grazie all’articolo odierno su Il Sussidiario, non è Ciellino. Ma ha portato la sua testimonianza di “prete di frontiera” al Meeting di Rimini. Anche Lui è stato colpito dal tema di quest’anno, e continua a lavorarci su confrontandolo con la nostra realtà. Come quella del più recente terremoto ad Ischia. Io aggiungo che le parole di Goethe non siano altro che la parafrasi del “Fate questo in memoria di me.”

Soffre d’ingordigia, dalla notte dei tempi, quell’incivile bestia del terremoto. Puntuale sferra colpi d’aguzzino: è nottambulo, quando il mondo s’appisola per cercare di rimettere in sesto le membra stanche, i corpi appesantiti, i pensieri che il giorno ha lasciato stesi al sole. L’anno scorso è toccato ad Arquata del Tronto, Amatrice, Accumuli e dintorni. Quest’anno la sorte è caduta sull’isola, ad Ischia, zona Casamicciola. La trama è la stessa: l’imprevisto che s’annuncia, la terra a tremare sotto i piedi, le macerie dalle quali s’alzano vagiti di bambini, polveri del fumo, grida di silenzio. Per fisionomia il terremoto somiglia al Dio-cristiano: Continua a leggere