Marina Corradi. Grazie per la mia buia sorella.

strada-buio-shutterstock_354086018Marina Corradi ci ha accompagnato coi suoi articoli diverse volte nell’attività del Betania’s, e le vogliamo bene. Perché è una giornalista corretta ma soprattutto è una donna seria, coraggiosa e orientata al Signore.

Anche Marina ha il coraggio di ringraziare il Signore per qualcosa che le manca. Per noi è una testimone. E ci proponiamo di pregare anche per Lei.

Te Deum laudamus per questa malattia, la mia sorella oscura.

È aspra, dura, petrosa. Svuota e distrugge e incenerisce tutto. Senza di lei però sarei più sciocca e più cieca. Non avrei riconosciuto Cristo.

Ci ho pensato, ho fatto i miei conti.

Credo, quest’anno, di dover ringraziare per questa malattia.

Io sono una bipolare, ho la sindrome bipolare. Brevemente, è un serio disturbo dell’umore, che fluttua senza controllo da picchi di euforia alla più plumbea depressione. (A dire il vero io di picchi di euforia non ne vedo Continua a leggere

Tante Grazie.

Gesù della Divina Misericordia
Gesù della Divina Misericordia

Ecco il “Te Deum” della nostra Francesca:

Dire grazie vuol dire essere destinatari di un’azione, una parola, un sorriso… la gratuità del ricevere un bene e sentirsi amati.

Quest’anno sono state tante le circostanze dove ho potuto sperimentare questo bene.

Grazie per i visi felici dei miei ragazzi che scorgevo dallo specchietto retrovisore quando viaggiavamo per trascorrere qualche giorno di vacanza…

Grazie per quando il mio piccolo si inginocchia davanti a Te, mio Signore…

Grazie ai bambini del catechismo che mi salutano sorridenti quando mi incontrano per la strada…

Grazie a tutti quegli abbracci che gli amici più cari mi hanno inviato su «what’s app» quando ne avevo bisogno…

E grazie a Te, mio Signore, che hai tenuto stretta la mia mano quando allentavo la presa e volevo lasciarmi cadere…

 

Gesù è tra noi: bisogna avere orecchie e cuore per saperlo riconoscere. E’ difficile scovarlo a volte… Bisogna togliere il superfluo, le chiacchiere inutili, le discussioni inutili fino ad arrivare a Lui.

Francesca

VII giorno dell’Ottava di Natale. Schegge: don Fabio Coppini.

"Che cos’è il tempo? Se nessuno me lo chiede, lo so; ma se voglio spiegare a chi me lo chiede, non lo so." s. Agostino
“Che cos’è il tempo? Se nessuno me lo chiede, lo so; ma se voglio spiegare a chi me lo chiede, non lo so.” s. Agostino

Lui ci salva nel tempo. Lui che non è legato al tempo, che vince il passare del tempo. E’ proprio una Grazia da domandare quella di entrare nel pensiero di Cristo, nel pensiero di Dio.

Lui usa il tempo per noi sennò non avrebbe senso il tempo. Lo crea per creare lo spazio d’attesa di Lui, del Suo amore, come per un innamorato.

Usa il tempo per metterci nella condizione di muoverci, altrimenti inevitabilmente il tempo scivola via, sentiamo che è sprecato, buttato via; il cuore si appesantisce, ci sentiamo persi, falliti. Il tempo passa inesorabile e se non ti sei mosso ormai è passato. Continua a leggere

Grazie! Per il Tuo bacio sulla “bua”.

buaRiproponiamo e sollecitiamo anche quest’anno la possibilità di condividere qui il nostro piccolo o grande ringraziamento per ciò che abbiamo ricevuto, magari anche per ciò che, per fortuna, non abbiamo ricevuto… Lo facciamo con il sostegno di un articolo semplice e vero. Per Famiglie.

TE DEUM / Perché possiamo ringraziare Dio, nonostante l’Isis e il Bataclan?

di Mauro Leonardi

COS’E’ IL TE DEUM? – Anche quest’anno, l’anno del Bataclan, di Charlie Hebdo, della Siria, dell’Isis e di quant’altro, il 31 dicembre la Chiesa canterà l’inno di ringraziamento del Te Deum. Siamo “esseri graziati” e dobbiamo essere grati. Graziati dall’amore, graziati dalla bellezza, graziati da Dio che ci salva con l’amore. Siamo graziati da tutto l’amore che incontriamo nella vita. Continua a leggere

Grazie mille

imagesR98RZJWVCi siamo scambiati tanti “grazie!” tra noi e con chi ha contribuito ad avviare il Betania’s, soprattutto in questi ultimi giorni.

Sì perché, inaspettatamente, questo bar sta rendendo veri gli auspici pubblicati da Gabriele nel suo post di apertura del 4 novembre: insieme, in allegria con Gesù. Grazie Gesù!

Vorrei qui trascrivere un aforisma riguardo la gratitudine.

“Chi esprime gratitudine è veramente felice. Una vita piena di gratitudine è luminosa e felice, sia dinanzi alle altre persone, sia quando ci offrono un passaggio in auto o quando si è a casa con la propria famiglia. Continua a leggere