Gruppo d’ascolto: il buon ladrone.

ladroneSettimo incontro del gruppo d’ascolto (Lc. 23, 32-43)

Qui stupisce la profonda comunione di Gesù con i peccatori: non distingue più se stesso e il proprio destino da quello dei peccatori. Gesù si è fatto peccato. L’abbassamento ha raggiunto il suo vertice. Solo contemplando questo mistero intuiamo che cosa sia la misericordia di Dio.

Stupisce l’amore per il nemico che qui si realizza. Che cosa ama nel nemico? Non ciò che fa o ha fatto, ma il suo destino, cioè ciò per cui è fatto. Se ciò per cui è fatto è Cristo allora non è un nemico!
Continua a leggere

Don Fabio Coppini: “Schegge”.

donfabioGesù aveva già deciso di perdonare il buon ladrone e questi è uno di noi.

Gesù attende solo che ognuno di noi lo guardi.

Se non lo guardiamo il suo approccio è lo stesso usato con Pietro dopo il tradimento: “Pietro, mi vuoi bene?”

Si può azzardare che l’ultima rapina del ladro si sia consumata proprio sulla croce al fianco di Gesù: rubando il Paradiso, impossessandosi della Bellezza.