farisei

sciacallo

E’ molto amara questa poesia della Szymborska.

E’ il mio commento, forse troppo stravagante e poco “animalista” al tema dell’ultimo gruppo d’ascolto: Puro e impuro” pubblicato il 27/11.

E’ una metafora dell‘ipocrisia cui abbiamo fatto riferimento parlando di rispetto pedissequo delle norme lontano dall’affidamento totale a Cristo.

Gli animali siano riabilitati: sotto la lente della poetessa sono gli umani, capaci, a volte di essere più “veri” degli originali.
Continua a leggere