Addio Itaca * 2. La vita è viaggio o destinazione?

Questo pellegrino, a mio parere, non prova nostalgia di nulla. A Itaca non ha nessuno e niente: moglie, figli, casa. Almeno nessuno e niente che gli faccia provare nostalgia. Anche se qui la prospettiva può essere un’altra: il viaggio è la vita e Itaca la morte. Probabilmente la morte nera. Poco Dante, niente Infinito.

Ecco la poesia Itaca di Kostantinos P. Kavafis:itaca

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sarà questo il genere di incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo,
nè nell’irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l’anima non te li mette contro. Continua a leggere