Natalia Ginzburg. Lessico del ‘900.

ginzburgLa scrittrice è stata una protagonista della letteratura italiana della seconda metà del secolo scorso non solo con i suoi libri ma anche in virtù del suo lavoro editoriale. L’ho molto amata nella mia giovinezza. (Lidia)

MASSIMO ONOFRI
Rintocca il centenario della nascita di Natalia Levi, la quale però si firmò sino alla fine col cognome del marito col quale condivise anche il confino: Leone Ginzburg, il brillantissimo slavista, il rigoroso intellettuale di “Giustizia e libertà”, il martire antifascista morto in carcere nel 1944. La Ginzburg è stata una protagonista della letteratura italiana del secondo Novecento, non solo con i suoi libri – a cominciare dall’esordio del 1942, La strada che va in città, con lo pseudonimo di Alessandra Tornimparte –, ma anche in virtù del suo lavoro editoriale svolto per Einaudi. Per tracciare oggi un bilancio della sua opera, Continua a leggere