Leggere # 4

Dire a qualcuno

“ascolta questa canzone”,

“leggi questo libro”

è come dire;

“ascoltami, leggimi,

mi apro con te”.

 

C. Tognazzi

Annunci

Leggere # 3

“Un bel libro, Marcus, non si valuta solo per le sue ultime parole bensì sull’effetto cumulativo di tutte le parole che le hanno precedute. All’incirca mezzo secondo dopo aver finito il tuo libro, dopo averne letto l’ultima parola, il lettore deve sentirsi pervaso da un’emozione potente; per un istante deve pensare soltanto a tutte le cose che ha appena letto, riguardare la copertina e sorridere con una punta di tristezza, perché sente che quei personaggi gli mancheranno. Un bel libro, Marcus, è un libro che dispiace di aver finito.”

La verità sul caso Harry Quebert» di Joel Dicker – 2013

Officina. Tutto è perduto? La speranza è ancora possibile? (2)

giudicare-quanto-intelligente-un-uomo-dalle-sue-risposteEcco il lavoro di “Officina” del nostro Angelo Leva che pubblichiamo senza indugio. Il percorso su cinque contributi è volutamente in discesa verso una situazione di progressiva disperazione, una situazione di solitudine e di male senza risposta.
L’ultimo contributo è la reazione fisica del corpo e della mente che minimizza, stravolge e dimentica, perde tutto di ciò che aveva procurato dolore perché quel dolore non è più nel presente.
In ognuno dei casi presentati non ci sono conforti o indicazioni spirituali ma ogni vicenda viene presentata come esperienza profondamente e autenticamente umana.
L’obiettivo di questo percorso è di suscitare domande nella convinzione che l’uomo autentico si qualifica per le domande che si pone e non per le risposte che si dà.

1. Film “Il Grande Silenzio” di Philip Groening. Tutta la scena Continua a leggere