“L’uomo vale tanto quanto il silenzio che lo abita”.

Ricordo di un’omelia ad Albenga, anni fa, l’itinerario, a Tappe, tracciato a partire dal silenzio. SILENZIO – PREGHIERA – FEDE – GRAZIA – DONAZIONE – GIOIA. E, in particolare, l’osservazione del sacerdote che proprio le suore di clausura, grazie all’esercizio, possono più di altri giungere dal silenzio alla destinazione della gioia saltando tutte le tappe intermedie.

preghiere corte

La badessa Anna Maria Canopi parla del silenzio come di un dono venuto dal Cielo:

«Bisogna disporsi a riceverlo come un tesoro nascosto nel cuore che dà fascino a tutta la persona. La sua importanza è tale da affermare che l’uomo vale tanto quanto il silenzio che lo abita».

Qui l’articolo completo.

071ace29108199.55e304662ff40

View original post