Diversamente giovani.

Lo stile è tutto Suo ma a me ricorda per carattere e sensibilità Marina Corradi. Spero non me ne voglia la nostra Antonietta… Le voglio bene e corro il rischio. 

Ricordo che apprezzano queste stesse riflessioni i suoi comparrocchiani  di san Giulio in Barlassina sul periodico “il Segno”.

Nell’ultimo numero del bollettino siamo stati richiamati dalle parole di Luisa all’importanza di stare davanti a Gesù Eucaristia. Luisa, raccontando alcuni episodi che avevano per protagoniste persone anziane – ma, data la vitalità che manifestano, direi piuttosto ‘diversamente giovani’ –, ha lasciato emergere che, durante le giornate eucaristiche appena trascorse, proprio loro hanno fatto compagnia a Gesù in assenza di altri, e soprattutto di persone più giovani. Le osservazioni di Luisa mi hanno fatto riflettere, anche in una prospettiva complementare rispetto alla sua.
Ho pensato a quanto le persone ‘diversamente giovani’ sono state Continua a leggere

False identità.

lima coverPresepio o trenino elettrico?

Grazie al blog amico di Berlicche.

Berlicche

Giusto per chiarirci: se il problema del presepe è l’identità, allora tanto vale sostituirlo con i trenini elettrici.

Il presepe è per ricordarci di un fatto avvenuto. Se no non tenterebbero di distruggerlo.
Fosse altro, l’identità fornita sarebbe falsa, perché quelli non saremmo davvero noi.

presepe-a-sorrento

View original post

Perchè non “siamo tutti Rozzanesi?”

vietato-presepeA Rozzano il preside di una scuola trasforma il concerto di Natale nel “concerto di inverno” per non urtare la sensibilità di altre religioni.

Su questo fatto, ieri diversi politici si sono alternati in proteste più o meno caciarone. E via al can can del destra contro sinistra, maggioranza contro opposizione, mortadella contro bresaola.

Perchè non siamo tutti uniti su questo tema? Non si tratta forse di difendere una identità? Certo, il problema è che è quella cristiana! Continua a leggere