Già e non ancora.

Roberto Ferri “Deposizione” 2013

Prego i nostri Amici di leggere con attenzione e apertura di cuore il prezioso contributo che la nostra Antonietta Porro ci offre anche oggi. Ci parla di Bellezza. E ci accompagna per mano e con una delicatezza ineffabile a comprendere il nostro desiderio di pienezza che si compie finalmente a Pasqua. La riflessione di oggi è nello “scrigno della Memoria” di Antonietta, già pubblicata sul Bollettino della Parrocchia di San Giulio in Barlassina.

Oggi ritrovo in me un ricordo non lontano, quello di un’emozione speciale. Ricordo che, poco meno di un anno fa, percorrevo in auto la Comasina, in direzione Como. Era una giornata primaverile delle più tipiche: cielo azzurro ma non completamente terso; alberi non ancora rigogliosi, ma ricchi di gemme e di fiori; una luce bianca, luminosa, ma non abbagliante come quella dell’estate. Osservavo tutte queste cose e mi sentii improvvisamente e particolarmente bene, pur senza una Continua a leggere

Conquiste moderne

utero-affitto-maternità-surrogataL’utero è mio e me lo gestisco (economicamente) io.

Vendere o comprare un grembo materno rappresenta l’ennesima battaglia di civiltà combattuta dai paladini del nulla. Lo scenario prospettato è sempre quello della felicità beota. E’ contento e realizzato chi vende perchè incassa. Chi compra perchè vede soddisfatto un diritto. E chi nasce? Meglio non soffermarsi sull’argomento. Se viene male, mica ci sono i 15 giorni di prova! Il metodo “soddisfatto o rimborsato” però non si discute e qui passa per l’aborto. Giusto per chiudere il cerchio delle vittorie progressiste.

Ma siamo così certi che questa “conquista moderna” sia tanto moderna e soprattutto una conquista?

In un libretto scritto circa 2500 anni fa (Genesi), si narra di un tale Abram. Continua a leggere