A Maria Teresa Carabelli.

cristoIl pensiero di Maria Teresa non smette di occupare la nostra mente, di piegare col suo peso spinoso le nostre spalle, di rendere più nervoso il respiro, rognoso il battito del cuore, in gola.

Sperimentiamo una sorta di sospensione, pur nella Speranza che non abbandona chi si affida completamente, inerme. Inerme. Inerme al Signore.

Vorremmo lasciare un pegno, pagare il riscatto, rinunciare a qualcosa di caro per affievolire, placare, annullare la  fatica che prova anche oggi.

Chi vede una persona cara in difficoltà, soprattutto se un’ amica, sorella, la moglie, una figlia!!!, darebbe via la propria vita. Scusate, Vecchioni ha cantato la fatica vissuta accanto al figlio sofferente. Ha pensato, convertito finalmente, di offrire al Signore tutto di sé, ancora più della vita. E di chiedergli in cambio qualcosa che in natura non esiste: «Le rose blu». Il miracolo. Continua a leggere

“Ascolta come mi batte forte il tuo cuore.”

Szymborska_2011_(1)

Wislawa Szymborska, (1923 – 2012) premio Nobel per la letteratura nel 1996. Disse:“E’ solo un caso che la scelta sia caduta su di me. Ma che ci vuole fare!?” 

L’abbiamo già letta il 30 novembre nel post “Farisei”.

Ironicamente aveva affermato che la poesia è apprezzata da non più di due persone su mille, anche se le sue raccolte sono state lette più di molte composizioni in prosa.

Oggi la reincontriamo nella canzone Wislawa Szymborska di Roberto Vecchioni

(album “Io non appartengo più” 2013):

E quando canti sento
l’inconsistenza amica,
la sorpresa del mondo
come una perla antica;
E quando canti chiedo
ma chi le ha dato il cuore,
la legge del sospiro,
per scrivere parole?
E quando canti il mondo
mi svela il suo motivo
casuale ed inspiegabile
magia d’essere vivo;
E quando canti, canti

Continua a leggere

Teorema del dolore. Correzione, tristezza, Paradiso.

doloreMi guardo bene dal commentare il  riferimento ad “Ebrei 12” nel post pubblicato dal nostro Giordano.

Ma è curioso che questa canzone di Vecchioni, “Ho conosciuto il dolore” ne ricalchi lo schema: correzione-tristezza-Paradiso. Ovviamente con le debite proporzioni e salvo la possibilità che il testo della canzone, e la sintesi di chi Continua a leggere

E la vita, la vita. Gandhi, Marina Corradi e Vecchioni.

rain“La vita non è aspettare che passi la tempesta,

è imparare a ballare sotto la pioggia”.

Gandhi

Caspita! Una frase ad effetto. Da stampare e appendere in ufficio, o magari a casa come uno stencil sulla parete dove è appoggiato il divano… Te la immagini tatuata sull’avambraccio!?

Ma fuori di metafora cosa vuol dire “imparare a ballare”? Continua a leggere