Farsi “piccoli” come bambini.

Pere Borrell del Caso "Sfuggendo alla critica" Madrid
Pere Borrell del Caso “Sfuggendo alla critica” MadridLa.

“Lo scrigno della memoria” è la rubrica che la nostra Antonietta tiene sul periodico della Chiesa di san Giulio in Barlassina. Ecco, di seguito, la perla di oggi.

ANTONIETTA PORRO
Tutte le volte in cui sento notizie che riguardano l’infanzia maltrattata, ferita, violata, sfruttata mi viene in mente, per contrasto, l’invito evangelico a ritornare come bambini per entrare nel regno dei Cieli. Quasi che i bambini avessero delle qualità che rappresentano la chiave per accedere all’umanità più vera, più piena, una chiave che, crescendo, rischiamo di perdere. Lo scrigno della memoria di ciascuno di noi è pieno di episodi che mostrano la bellezza, la limpidezza dell’infanzia. Ce ne sono alcuni, tuttavia, che mostrano con tutta evidenza come i piccoli siano, quasi per natura, persone autentiche, capaci di insegnare ciò che per noi sembra così difficile capire e soprattutto “dire” pubblicamente con tutta schiettezza. La piccola Caterina viveva con la sua famiglia accanto Continua a leggere