Noi e le vite da niente.

spineQuelle ‘piccole’, grandi crudeltà che rivelano falle sempre più preoccupanti nel nostro tessuto sociale. Lidia

di MARINA CORRADI

La telecamera inquadra una banda di tifosi stranieri a passeggio nel cuore di Roma. In ginocchio sul Ponte Sant’Angelo c’è una vecchia mendicante, vestita di nero; se ne sta china, con la fronte a terra. Dei ragazzi le si fermano accanto. La guardano dall’alto, poi si slacciano i pantaloni e le pisciano addosso. La vecchia, smarrita, si alza: si allontana, gli occhi a terra, fra gente che – forse – non si è accorta di nulla. Il video era ieri sul web. Un altro video, di mercoledì scorso, viene da Madrid: dei tifosi, questa volta olandesi, in città per una partita di Champions League, siedono ai caffè di Plaza Mayor. Un gruppo di donne rom va chiedendo la carità. I tifosi si divertono a lanciare loro monetine, Continua a leggere

Schegge: “il Mendicante.”

testimone«Il protagonista della storia di Salvezza è il mendicante»

Se il nostro sguardo non testimonia di aver visto Gesù, allora le parole che ricordiamo di Lui risultano soltanto delle figure retoriche vuote.
Forse esprimono la nostalgia di quelli che non possono dimenticare il Signore, ma comunque sono solo il balbettare di orfani accanto al sepolcro.

Parole alla fine incapaci di impedire che il mondo resti abbandonato e ridotto alla propria potenza disperata.

(Francesco, 13 febbraio 2016)