La bellezza dell’affidarsi.

Norman Rockwell "Freedom from fear"
Norman Rockwell “Freedom from fear”

Continuiamo ad attingere allo “Scrigno della memoria”. Si tratta di contributi che la nostra Antonietta Porro ha pubblicato anche sul periodico della parrocchia di san Giulio in Barlassina. E che dedica volentieri al nostro Bar…

ANTONIETTA PORRO

Una delle circostanze che, da bambina, mi rendevano più felice era quella in cui per qualche piccolo problema di salute, di quelli che ai bambini capitano di frequente, diventavo l’oggetto delle attenzioni speciali della mamma: ero, sì, costretta a letto, ma venivo coccolata più del solito e, anche se non mi sentivo in perfetta forma, sapevo di non dover pensare a nulla perché qualcuno pensava a me, qualcuno che certamente mi voleva bene e certamente sapeva quel che c’era da fare per farmi sentire meglio. Era, insomma, una specie di conferma che Continua a leggere

Quando verrà mio papà a prendermi?

lacrima3«Solo avendo vissuto l’esperienza di un Padre buono potremo farci questa domanda con serenità.»

E’ la presentazione che la nostra Lidia ci propone per l’articolo dell’ineffabile Marina Corradi.

Milano, aprile – Alle cinque di sera nella grande casa di riposo, sedute su delle panchine lungo il corridoio, le ricoverate attendono che si faccia l’ora di cena. Sull’orologio a muro la lancetta avanza con estenuante lentezza. Che silenzio: i rumori da fuori in questi antichi locali arrivano ovattati. Dalle cucine, un vago odore di minestra di verdure si mescola a quello Continua a leggere