Da Paperoga a Bertolt Brecht.

imagesE’ buffo che nessuno si sia mai accorto che le braccia della Venere di Milo le abbia fregate l’Uomo Vitruviano…

Non se ne è certo preoccupato Bertolt Brecht: “Persino i frammenti con le loro mani mozze, li amo.”

“Fra tutti gli oggetti i più cari

sono per me quelli usati. Continua a leggere